username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Razza desolata

Percorrendo una vuota spirale
Alla fine della quale troveremo noi stessi
Osservare la nostra ombra crollata al suolo
Affrontando il riflesso di una nostra immagine residua concepita nella più cupa desolazione

Giacendo su queste corrotte strade di vorticanti pensieri
Mentendo ai miei propri stati mentali
Trattenendo tutto ciò che non sarei
Anelando a ciò che mi è proibito

Un delirio di onnipotenza è ciò che chiamiamo conoscenza
Senza renderci conto che il decadimento è solo un passo avanti
Ma la vanità in cui ci crogioliamo si è mutata nella nostra gloriosa tomba cristallina
Coesione sublimata di un ego inferiore pieno di incompiutezze

Giacendo su queste corrotte strade di vorticanti pensieri
Mentendo ai miei propri stati mentali
Trattenendo tutto ciò che non sarei
Anelando a ciò che mi è proibito

Poiché stiamo attendendo l'arrivo di un nuovo messia sintetico
Che possa risanare i nostri corto circuiti. Così più in alto
I nostri illuminati cinici giungeranno
Decretando l'annullamento dei nostri ultimi atomi. Sono perduti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Mario Barbagallo il 10/03/2011 00:44
    Mi piace... molto affine al mio "mondo"!
  • Anonimo il 28/05/2010 16:01
    Magnifica Sara! Scrittura scorrevole, bella e piacevole... d'intelligenza notevole, bellissima!
    Ciao, B. Roses.
  • Mario Casmirro il 11/02/2010 18:07
    Ciao mi piacerebbe allegare la tua poesia, con un mio scatto fotografico... in futuro vorrei fare una mostra dei miei scatti e mi piacerebbe inserire le varie poesie che trovo su questo bel sito... potrei iniziare con la tua fammi sapere se sei d'accordo ciaoooo Mario
  • Simone Suzzi il 27/01/2010 20:11
    è splendida mi affascina molto e mi sembra psicologica e profetica
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 04/11/2009 16:16
    dipende... chi e che cerca il messia? o chi lo aspetta? chi crede nell'ipocrisia... queste sono le cose che dissolvono l'essere!
  • Andrea Ortelli il 31/10/2009 16:07
    BELLA
  • aleks nightmare il 30/10/2009 16:11
    molto oscura ma allo stesso tempo scorrevole, senza pesantezza!! Bella davvero!!!
  • Polo Nord il 30/10/2009 15:39
    il leitmotiv della tua poesia è fantastico, sensazione di materialità di uno stato mentale.. Bellissima nel complesso.. chapeu
  • Simone Suzzi il 28/10/2009 16:11
    e sti c''''zzi
  • Vincenzo Capitanucci il 28/10/2009 08:34
    Splendida Sara.. onnipotenza di conoscenza... anelliamo sogni proibiti.. negli anelli del Sono...
  • †♠ nosferago ♠† il 28/10/2009 01:58
    piaciuta, crea molte visioni, sensazioni più che altro, tenebra che avvolge.
  • Anonimo il 27/10/2009 21:21
    Mi spiace ma la mia mente limitata non riesce a capirla
  • Salvatore Ferranti il 27/10/2009 21:16
    mi piace molto il finale, quando parli del mesia sintetico... davvero originale come idea. brava
  • Patty Portoghese il 27/10/2009 21:08
    Concordo con Carmine ed aggiungo un pochino troppo ermetica.
  • Anonimo il 27/10/2009 19:55
    L'ego inferiore è l'ago della bilancia dentro di noi. È particolare la tua poesia. Piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0