accedi   |   crea nuovo account

Paese

Venticello baiano
che i miei pensieri
porti lontano
su pel sentiero
fra gli alti ontani;
piccolo paese,
qualche villa, una colonna,,
il campanile, l'altra chiesa,
tante belle donne,
gente semplice, cortese,
nel mio continuo peregrinar
occhi neri incontrai
e crespa chioma corvina
davanti a un casolare,
interruppi il mio cammino
per restare a Maria vicino.
Venticello baiano,
che sai la pena mia,
prendimi per mano,
porta con te la vita mia
su per l'aer terso
nell'immenso universo.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • FAUSTA PASQUINI il 04/04/2007 13:41
    c'è tanto patos in questa poesia armando ti saluto ciao fausta
  • Angela Carla Desimoni il 27/02/2007 22:24
    .. implorazione del venticello baiano affinchè porti una tregua alla sua pena interiore. Forse la perdita di una persona cara e speciale che rincontra durante il suo peregrinare con i pensieri. Piacevole scorrevole e profonda. Mi infonde un brivido di nostalgia anche per questo scorcio natio che ricorda il passato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0