username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Inutile supplica

Per una volta,
un'unica volta,
riuscirai tu a rivelare
l'oscuro disegno della tua mente
perversa,
a confessarlo a me che,
disperato,
ti ascolto,
o mia tenebrosa amica?
Con un occhio spero,
e con l'altro piango,
piccola ragazza mia.
Sei muta e non vuoi parlare,
fissi i tuoi occhi vuoti
nei miei,
che si spengono.
Un lampo improvviso,
resto accecato,
é la gioia a partorire il dolore.
Notte e sempre più notte
mi cela il tuo sguardo,
la paura di non dire
mi paralizza la lingua.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Gaetano Ippolito il 15/03/2013 19:03
    La amo, rappresenta il mio rapporto attuale con una persona e, per di più, è scritta molto bene. Complimenti.
  • Rosarita De Martino il 09/11/2009 18:52
    Sai descrivere l'eterno dilemma della vita che "con un occhio spera e con l'altro piange". È veramente "tenebrosa" questa donna che appare, si dilegua e riappare nel mistero. Complimenti!
  • Kartika Blue il 28/10/2009 15:00
    È triste ma tanto bella!!!
  • giusi boccuni il 28/10/2009 13:14
    trasmetti un blocco con questa tua poesia che mi fa sentir la pena di una comunicazione a senso unico, parole che restano mute in gola, sguardo vivo che si fa spento, una mente perversa da voler leggere e capire... mi chiedo perchè accanirsi con chi ha deciso di esser come un muro... Un consiglio? Molla!
  • Antonietta Mennitti il 28/10/2009 12:38
    Le tue poesie sono bellissime. Bravo!
  • Anonimo il 28/10/2009 12:12
    Bella la poesia... bello il commento di Samuele... ogni altro commento inane!!
    Ti bacio
    Dani
  • Samuele Scagliarini il 28/10/2009 12:06
    Un'inutile supplica, già, comprendo bene il tuo sentimento. Che bello sarebbe se le parole potessero garantire almeno la possbilità, a noi che tanto le celebriamo, di conoscere i piani di quelle menti che desideriamo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0