username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il giardino della mia infanzia

Nel giardino della mia infanzia
ogni cosa appare irreale.
Passeggio nei viali
ombreggiati dai pini,
nell'aria profumo di gelsomini.
Cammino piano e scorgo nascosto
il piccolo stagno, le bianche ninfee.
Rivedo la bimba che un tempo io ero
gioiosa, serena su quell'altalena,
sempre più in alto volevo arrivare
quasi il cielo col dito toccare.
Ma il tempo è passato, la vita trascorsa
la bimba di allora ha dato posto alla donna
Anche il giardino non è più lo stesso
rimane immobile quell'altalena, corrosa dal tempo.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • silvana capelli il 18/07/2012 13:58
    Pure a me è piaciuta tanto, gli anni passano ma i ricordi sono idelebili. Immagini ed emozioni di sempre. Molto piaciuta e tanto bella.
  • Dolce Sorriso il 29/10/2009 12:53
  • Anonimo il 29/10/2009 10:43
    Il tempo cambia tutte le cose è scorre inesorabilmente nel fiume della nostra vita... ma i nostri ricordi, immaggini di ciò che è stato ieri, riescono a superne gli argini, ridestando in noi sensazioni stupende ed emozioni straordinarie!! Molto, molto bella!
  • Anonimo il 29/10/2009 00:06
    Bellissima, complimenti.
  • Anonimo il 28/10/2009 20:50
    .. molto bella.. era il tempo dell'infanzia.. allora tutto era stupore.. scoperta.. dolcezza..
    ma e' la stessa dolcezza che conservi ora che sei donna.. Lo dice la tua poesia.. e il tuo sentire..
    complimenti..
  • rainalda torresini il 28/10/2009 18:23
    Bella la poesia dedicata al ricordo e al paragone al giardino
  • Patty Portoghese il 28/10/2009 17:04
    Le poesie descrittive della nostra infanzia rimangono chiuse nei nostri scrigni riservati ai ricordi.
    Bellissima!
  • Anonimo il 28/10/2009 12:55
    Sei riuscita a suscitare ricordi in me sopiti sono sempre stato affascinato dal tempo e con questa tua opera mi ci sono trovato dentro sei davvero brava complimenti
  • Salvatore Ferranti il 28/10/2009 12:33
    che bella poesia, Anna Maria! quanto amore in questi versi, quanti ricordi, quanta tenerezza. ti ho dato cinque stelline, ma te ne vorrei dare dieci, cento!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0