accedi   |   crea nuovo account

Passi

una passeggiata sulla spiaggia in un pomeriggio d'inverno
i miei passi lenti si trascinano sulla sabbia
e lasciano impronte che quando mi giro sono già sparite
quasi come i giorni che lenti e inesorabili scorrono
soltanto un anno prima accanto alle mie impronte c'erano anche le tue
soltanoto un anno prima accanto alla mia mano c'era anche la tua
allora raccolgo due sassi e li guardo bene per nasconderli tra i ricordi
poi li getto in acqua e mi chiedo... chi troverà mai quei sassi?
poi mi guardo indietro e mi chiedo... chi troverà mai i nostri gorni?

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 14/06/2010 08:10
    Nulla è eterno, solo l'attimo presente. Il passato fa rumore con il suo dolore e lascia impronte nel cuore. Bella e malinconica.
  • Ermete Marrocco il 07/01/2010 00:53
    Mi è piaciuta questa poesia. Ha lo stile un po' dimesso e amaro della malinconia - e anche la sua greve dignità.
  • Anonimo il 30/10/2009 14:30
    quei giorni li troverai dentro di te, perchè certe impronte non si cancellano.
    dolce, malinconica e bella
  • Anna G. Mormina il 29/10/2009 17:28
    ... a volte due mani, possono ritrovarsi, riprensere a stringersi...
    ... malinconicamente bela!!!
  • virginia poggi il 28/10/2009 16:51
    è una poesia che fa riflettere su come le nostre esperienze siano di passaggio nella nostra vita, magari lasciando una lieve impronta... ho avvertito molta malinconia e dispersione nelle tue parole... mi è piaciuta la tua poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0