username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'anno dopo

Sei arrivato in ritardo
un ritardo lungo un anno.

Non sogno più se guardo nei tuoi occhi
e lontane sono le emozioni che mi davano le tue mani.

Sembro la più forte ora
sono io che decido per noi
sono io che ti vedo soffrire.

Vorrei solo tenerti stretto
e cullandoti rassicurarti.

Vorrei la tua felicità
prima della mia... ed io non la sono.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Letizia il 04/02/2013 16:58
    Il sapore agrodolce dei tempi non in sincronia. Bella.
  • Grazia stomesti il 29/01/2011 19:52
    c'è chi dice che il vero amore sia desiderare la felicità dell'altro anche se può voler dire separarsi...
  • augusto villa il 08/11/2009 13:41
    In mezzo a tutta questa amarezza... ci trovo anche un senso di consapevole serenita'.
    Piaciuta.
  • antonio castaldo il 29/10/2009 19:31
    ... quando è amarissima anche la sensazione di essere la più forte... chi decide...
  • Giuseppe Bellanca il 29/10/2009 18:54
    È come "il dare e l'avere" o "l'avere e il dare"... ma la felicità come l'amore non si chiede e se non c'è diventa difficile poterlo dare...
    Ciao Paola.
  • Anonimo il 29/10/2009 16:31
    è più facile condividere l'infelicità che la felicità...
  • Anonimo il 29/10/2009 16:21
    .. vorrei la tua felicità prima della mia.. ed io non la sono... un ritardo costato caro!!
    Bella, Paola
    Un bacio Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0