PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Cammin cammin
E po' te rient cont ca stje cadenne,
carcanne d'evità 'e fuoss,
e sass ruoss
ca te vir annanze.
Ad un certo punto la mente si ferma:
peccè sto barcollanne accussì?
Allora vai a tempo di musica,
sciolt e disinvolt verso un obiettivo che,
sai,
solo in questo modo potrai ottenere.
"È che piens tropp assaje!"
Chest me rice
E ttien raggion,
je pè chest barcoll!
Allor voglje annegà sti pensier,
can nun song bullett 'a pavà,
nun song famiglje 'a pensà,
int 'o fumm
evaporà 'e vuless fa,
'che mi annebbiano solo la mente
Facenneme scurdà 'e chell ch'è 'mportante,
facenneme scurdà pur 'e me,
'e chell ca crer.
Jatevenne!
Fors però è 'o ver,
so cagnata,
o fors è che 'o tiemp è passat
e cagne senza ce fa cas,
però par ca car semp int 'e stess fuoss:
manc 'a fernisce 'e barcollà!?
Momenti in cui ti lasci scivolare addosso il presente,
a comme ven!
e momenti in cui i piedi battezzano la strada di ora
e 'a cap sta 3 metri aret.
Song invece malinconici pur 'e mument addò rir,
pecchè sacce già
c'aropp 'a lacrima scenne semp,
sta traditrice,
ca nun se ne vò ije,
ca s'apprufitt 'e me
pecchè sape ca stong semp llà
ad aspettà.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2011 11:07
    Allucinante
  • Anonimo il 04/02/2010 09:46
    bella intensa e ben scritta complimenti ^_^
  • loretta margherita citarei il 30/10/2009 19:40
    bella conosco il dialetto partenopeo lo hai scritto molto bene
  • francesca cuccia il 30/10/2009 19:33
    Idem.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0