accedi   |   crea nuovo account

Apnea

come in apnea e' colui che aspetta timido un sorriso,
zitto e quieto, senza fiato,
se ne sta in un angolo della sua vita ad aspettare.
ma aspettare a che serve?
guardare come la vita si prende gioco di te...
sperare che qualcuno innalzi il tuo "se"...
se fossi, se avessi,
non sono forse tutti i tuoi se a tenerti intrappolato in quell'angolo buio, a trattenerti il fiato!
libera il tuo respiro.
anche tu puoi cibarti d'aria e sentire come il peso del cuore via via alleggerisce.
l'apnea e' uno stato cosciente che la mente a volte si concede
per chiudersi in quei dolori insormontabili.
ora ti senti soffocato dal tuo mondo e solo in un profondo respiro il tuo io si salvera'.
finalmente non aspetterai un sorriso,
sarai tu a regalarlo a chiunque ti fara' respirare.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 19/11/2015 06:36
    apprezzata... complimenti.

3 commenti:

  • CARMEN GULLO il 01/11/2009 21:28
    grazie a tutti e due per apprezzare quel che scrivo@
  • Vincenzo Capitanucci il 31/10/2009 07:46
    Viviamo nel grandissimo... Se... in un apnea di piccoli limitatissimi... se..

    Bravissima Carmen...
  • Anonimo il 30/10/2009 22:52
    Amare non è ricevere ma donare. Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0