username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un'infanzia spezzata

Era una bambina d'appena quattro anni.
Viveva un'infanzia serena
circondata dai suoi affetti e bambole con le quali giocava.
Una vita iniziata come tante
all'improvviso tutto cambia.
Non ricorda come iniziò
ma la sua infanzia venne spezzata da un destino crudele,
che s'impadroni' di lei, della sua anima
lacerandole la vita.
Un'ombra
si impossessò del suo fragile corpo.
Non una, ma tante tante volte
uccidendo la sua spensieratezza,
la sua innocenza e comprando il suo silenzio.
Passavano gli anni e crescendo
desiderava solo che ogni volta fosse l'ultima.
Né il giorno, né la casa, né la strada le erano amiche.
Neppure la notte, nel suo letto
abbracciata al suo peluche, si sentiva al sicuro.
Puntualmente
sognava di sprofondare in un abisso senza fine
con un senso di angoscia che le stringeva la gola
e quella sensazione
l'accompagnava fino alla notte successiva.
Dall'infanzia, iniziò l'adolescenza
ma sempre con lo stesso pensiero, lo stesso desiderio.
Morire, morire e poi morire!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • fabio martini il 06/12/2009 08:59
    dio mio che tristezza in queste parole... e immagino di cosa parli... non guardare indietro piera guarda solo/esclusivamente/prepotentemente... AVANTI.. questa e' l'ancora di salvezza credimi... fm
    ovviamente la poesia e' bellissima ma talmente straziante che quando la leggi la forma la metti da una parte schiaffeggiato dal contenuto... fm
  • Antonio rea il 08/11/2009 06:31
    ... la vita continua e meglio sarebbe se quella bambina riuscisse a vedere all'orizzonte i chiari segni dell'alba!!
  • Anonimo il 02/11/2009 22:29
    Piccola tanto dolore il destino ti ha donato spero solo che il tuo futuro sia meno ingrato... è molto bella mi spiace solo che è stata la tua vita con affetto Alfonso
  • Antonio rea il 02/11/2009 07:24
    Dolcissima, comprendo la tristezza di quella bimba e credo che abbia sofferto tanto ma ritengo che possa avere così come UN'AQUILA la forza per tornare a volare con tanta spensieratezza!! Poesia molto bella nella sua brutale tristezza!!
  • Anna Maria Russo il 31/10/2009 23:51
    Vivi invece, è difficile dimenticare le ombre.. ma inizia a volerti bene, butta via il passato tu non hai colpe.. un abbraccio
  • Vincenzo Capitanucci il 31/10/2009 08:04
    Splendida Struggente Maria Piera... la gioia di questa bimba... è celata da ombre di dolore... sono solo ombre.. alquanto dolorose... mascheranti svelanti... il sorriso...

    un abbraccio..
  • Salvatore Ferranti il 31/10/2009 01:03
    molto dolorosa questa poesia, struggente.
    grazie dei bei versi, cara maria piera
  • Maria Piera Pacione il 30/10/2009 23:13
    questa è la mia vita... e non riesco più a trovare la bambina che era in me... ma solo indimenticabile dolore
  • Musa Alienata Inquietante il 30/10/2009 22:57
    Bambina, amati ancora. Amati sempre, perchè contro l'ombra c'è sempre quella fiamma che dobbiamo alimentare noi. Bambina, credi ancora nei sogni. Credici sempre. Sono loro che ti possono accompagnare lontano...
  • Anonimo il 30/10/2009 22:49
    Come è profondo il dolore che colpisce l'anima, sofferenza e morte dentro uccidono innocenza e tolgono la voglia di vivere. Intensa come il dolore descritto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0