accedi   |   crea nuovo account

Blues di Vento

Come fischia il vento su altri pianeti,
come muove in vortici sabbia ancestrale?
Accarezza vette sconosciute all'occhio,
disegna nell'aria melodie arcane,
dissonanti richiami per piane infinite,
per maestosi alvei di fiumi ormai spenti.
Possente cantore che trama non segue
nè metrica prestabilita..
Nell'orchestra di picchi, di pietre di dune
liberamente compone..
Nella nota che eterna rieccheggia
s'intesse un canto di solitudine..
Com'è triste un vento
che nessuno respira.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Enrico Pagnoni il 11/08/2010 19:44
    bella poesia dove il vento è da protagonista musicale in un paesaggio, almeno per quanto la poesia lascia immaginare, deserto. bella
  • Anonimo il 05/01/2010 19:15
  • Roberta P. il 24/11/2009 16:00
    Spettacolo il blues... e anche la tua poesia!
  • claudia checchi il 01/11/2009 22:38
    wow, wow... mi piace molto la chiusa... complimenti..
  • Anonimo il 31/10/2009 20:52
    Bella.
  • Anonimo il 31/10/2009 15:56
    Wow!
  • Anonimo il 31/10/2009 13:54
    bellissimo il finale, complimenti
  • Edward Le Fou il 31/10/2009 12:20
    grazie per il complimento, e per la costanza dei tuoi commenti..
  • Kartika Blue il 31/10/2009 12:14
    fantastico il tuo blues!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0