username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Portatore sano

Il cielo albino preferisce il potere
tiene in stallo la mattina
soffiandole scirocco tra le foglie

Quante conclusioni affrettate
invadono le nostre
trincee?
I frustini cambiano solo
il colore dei guanti
ma il loro fischio nell'aria
taglia con la stessa modulazione
di frequenza

Si sente solo
il primogenito
senza la rana
pregna
senza la beffa
sulla miseria

I pozzi son netti e monoposto
come lo erano i cavi
i cassetti
le mollette d'acciaio
i braccioli

Sarebbe perfetto approfittare del silenzio
per ascoltarsi il petto
tenendo lontana la testa
sull'orlo
di vedetta

Ma ci si morde l'indice
mentre il vaso aperto al pavimento
galleggiante
rovescia senza sosta
rifiuti tossici
da bianco e saggio
portatore
sano

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Cristiano Stella il 03/11/2009 12:44
    mi piace...
  • Anonimo il 03/11/2009 12:17
    Respiro un'aria sottile e calda. Un deserto cittadino.
  • Sarah K. il 03/11/2009 11:51
    Mi piace!!!
  • Dolce Sorriso il 02/11/2009 21:36
    bella e sentita poesia
    un abbraccio
    Anna
  • Salvatore Ferranti il 31/10/2009 17:05
    beh, una poesia molto molto bella.
    da interpretare come a ognuno piace.
    è questo il bello di chi sa scrivere bene come te.
    un bacio
  • loretta margherita citarei il 31/10/2009 15:49
  • Anonimo il 31/10/2009 13:33
    immagin oscure, aspre...
  • Anonimo il 31/10/2009 12:24
    .. grande Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0