username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Due rette parallele s'incontrano in un punto infinito

Parole gesti sguardi azioni sentimenti
interferiscono
creando coni d'ombra e di luce
meandri sul corso delle nostre vite

Se non ti avessi incontrato quel giorno
se non avessi calpestato il fiore del mio cuore
e preso a calci per la strada quella vecchia lattina di birra
se non avessi raccolto dandogli una chance di vita quel lombrico su un asfalto
nero e asciutto dopo una pioggia torrenziale

dove ogni attimo si tramuta in un decisivo incrocio

sarei oggi in un altro luogo percorre rei tutt'altro cammino

ci portano
ad aprire
porte
aprenti
su fiumi
diversi

Tutti sfocianti nello stesso identico universale oceano

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ANGELA VERARD0 il 02/11/2009 15:59
    le infinite variabili della vita... la lontananza e l'unione dei punti che costellano l'universo esistenziale... combinazioni dipendenti dal destino, per qualcuno ovvero alle nostro arbitrio, per altri... Molto bella
  • Marcelllo Barbuscio il 02/11/2009 15:48
    Tutto legato ad un se... che il destino semina sulla via di tutti. Bellissima Vincenzo
  • cesare righi il 02/11/2009 11:01
    nell'infinito... dove ogni attimo si tramuta...
    è giunta ora di rivoluzionare il tempo... nulla più sarà com'era...
    ciao Vince risvegli le mie fantasie... da 5st supper questa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0