PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io, morto

non cercarmi
per le strade del centro
vedresti la mia ombra
in quel solco laterale
della bocca
che fa d'un sorriso
l'automa
su facce imbiancate
dall'ebete "salve!"

nelle  periferie
tra ladri e bestemmie
e piedi scalzi di bambini
non ci sono
sotto lo sguardo sbiadito
delle mamme alla finestra
e  madonne  pendolanti
dalle loro medagliette al collo

non guardare
nelle tasche dei preti
sul cilindro del mago
dentro la nota d'un violino
se è pace che  tramonta
tra le gambe d'una puttana


nel cielo trafitto
dalla vetta più alta
non mi vedi
nel grido
dell'ultimo gabbiano
nel fetore d'un tradimento
nelle mani di chi
ha solo dato
nella retorica
del bene e del male

nei  cortei
ai raduni
dietro  funerali
tra lutti di famiglia
nelle foto della sposa

io non  seguo
quei  sogni tutti uguali
luccicanti
non mi trovi, tu non mi vedrai
tra scaffali
di grandi magazzini

io son morto
amore mio
ucciso
dalla parola tesa
sotto sguardi affilati

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 23/06/2007 13:08
    Scelte lessicali espressionistiche di forte impatto emotivo, come spesso si trovano nei tuoi versi. Scelte che rapiscono e stordisono, che stenti di accettare e poi ti arrendi disarmato perché non sei stato capace di superare la dualità che lacera e sfianca. nel
  • Carlo Diana il 24/10/2006 09:34
    grazie Alessio
  • ALESSIO SANNA il 24/10/2006 00:12
    Credo che il finale dedichi un pensiero sigillato in poche righe, gli sguardi della gente riflettono su ciò che viene espresso inizialmente dal personaggio, dal giudizio, all'incomprensione di una vita che solo apparentemente si rivela lontana dalla nostra.
  • Carlo Diana il 23/10/2006 13:32
    Grazie a tutti. Penserò a ciò che dite.
  • Ivan Iurato il 23/10/2006 11:24
    Una delle tue cose migliori, concordo pero' con Simone, la chiusa non è all'altezza dell'intera opera.
    A rileggerti.
  • Simone Sansotta il 23/10/2006 10:04
    Cresce, cresce, cresce alla grande... Bella, solo la chiusura mi lascia un po' così.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0