accedi   |   crea nuovo account

Quel vecchio che non sapeva amare aveva amato me

Stanco

si appoggiava
il vecchio
ai suoi ricordi
amandone quel gusto di sconfitta
trito e masticato
da anni di gengive spoglie


***(spigoli di carne divoravano felicità nascoste)***


Perse i denti

il vecchio
li strappò
per regalarli
al mio sorriso


**(quel sorriso
fu rimpianto di se stesso
elegia di un nostalgico abbandono
fuga in fiamme
dall'immagine di sé)**


Rideva intanto il vecchio

e scuoteva
i suoi capelli
come fruste
sulle mie pareti d'ansia


(era un sussulto fragoroso
che mi scavava l'anima
foderandola con cellule di pelle arsa)


E piangeva il vecchio

lacrime di rabbia
per il suo amore
che non colsi mai

finchè morì


12

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 26/01/2010 16:23
    Geniale! Standing ovation, qui c'è vera Arte!
  • claudia mezzetti il 04/11/2009 11:51
    Grazie per le belle parole...
  • claudia mezzetti il 04/11/2009 11:51
    Grazie per le belle parole...
  • Minalouche TS Elliot il 02/11/2009 23:09
    Davvero insolita, scarna, estremamente poetica. Complimenti Claudia, una delle opere più belle che ho letto ultimamente.
  • Maria Piera Pacione il 02/11/2009 22:16
    bellissima complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0