username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Francesca

Sei la voglia di sentirmi diverso
di vivere stanco in uno sfrenato edonismo
mentre guardo alla potenza dell' anima

Come studiare classici greci mentre qualcuno ti assapora

Sei l'mblema della mia eterna giovinezza
Il restare me stesso innanzi a te

Perchè tanto non ci sei
e non ho bisogno di essere accettato

Sei le mie distrazioni più volgari
che danno all'amore casto quel tocco di vita eccitata
eccitante
Come la settima
in accordo maggiore

Come un angelo nudo
ne guardi le ali
e non ti crea imbarazzi
ma è indispensabile che sia
nudo
Sei come la notte
quando non dormi
l'assapori
ti droga
distorce le tue visioni

Mattina
alcuni sensi di colpa
rimpianti
e poi
"t'illumini d'immenso"

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • pierluigi ambrosini il 08/02/2007 17:13
    Bella incompiuta
  • Notari Silvano il 04/02/2007 20:03
    Piena di ottime immagini. Originale quei due versi "come la settima in accordo maggiore". Occhio alle sgridate di Ungaretti per "ti illumini di immenso" a me piace comunque poi la mia è una battuta ironica Ciao silvano
  • alberto accorsi il 22/10/2006 19:08
    cucinata dignitosamente ma la minestra è sempre la solita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0