username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per Alda Merini

Laggiù, nelle gabbie bianche
nella profondità del dolore,
tu sei arrivata con la tua anima ferita
hai conosciuto la follia
che tanto ti ha resa bella,
immortale agli occhi di noi mortali.
La poesia è la prova della tua esistenza
che nessuno avrebbe conosciuto
se non l'avessi scritta.
Laggiù, dove tutti arrivano incoscienti
tu hai scritto la magnificenza
della solitudine
e l'onnipresenza dell'amore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Roberto Tommasi il 06/01/2011 11:41
    Molto bella se non spiace l'avrei messa qui:

    http://nexttriportrek. blogspot. com/
  • Anonimo il 08/04/2010 11:46
    Eh veramente sempre più unicorni in queste praterie.. e meno male.
  • Sergio Fravolini il 30/03/2010 12:08
    Tu non sai... la sua bellezza. La solitudine di un amore. Il genio la grande poetessa.

    Sergio
  • Sandrino Aquilani il 02/01/2010 17:44
    "I Poeti non si redimono, vanno lasciati volare, tra gli alberi, come usignuoli pronti a morire", è la frase finale di un inedito di Alda Merini che ho fatto interpretare a Nando Gazzolo, è una perla e si intitola Tu non sai. Me l'aveva consegnata per la Biennale della Poesia. Quello che tu scrivi ne rispecchia l'animo.
  • aleks nightmare il 05/11/2009 15:13
    Poesia molto bella e sentita, soprattutto una dedica per la poetessa di milano!!! Brava!!
  • Anonimo il 04/11/2009 23:06
    Bella dedica.
  • Anonimo il 04/11/2009 18:33
    molto bella, mi piace molto questa poetessa. complimenti, ciao
  • loretta margherita citarei il 04/11/2009 17:04
    molto bella
  • Maurizio Cortese il 04/11/2009 12:51
    Omaggio vero, senza fronzoli
  • Salvatore Ferranti il 04/11/2009 09:15
    davvero una bella dedica. complimenti
  • Fabio Mancini il 04/11/2009 09:14
    Versi ben scritti. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0