accedi   |   crea nuovo account

Autunno nel cuore

La castagna esce dal riccio,
la melagrana lacera la buccia,
la noce rompe il mallo:
i frutti autunnali
percorrono sentieri di fatica
per dispensare la propria virtù.

Anch'io per te
vado sgrossando
perle d'amore:
le puoi scoprire
varcando la soglia
del mio apparire.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 04/11/2009 20:05
    Del fecondo autunno, Maurizio Cortese cita volutamente tre frutti peculiari per la sua poesia: la melagrana simbolo della concordia, la castagna augurio di longevità, il noce albero profetico di buoni auspici. Una simbologia bucolica che si collega dolcemente ai solidi sentimenti palesati nella seconda parte della sua lirica e da me estrapolati dai suoi versi "scoprire... il mio apparire" e cioè integrità, amore, presentarsi com'è, nell'interezza del suo essere.
  • Anonimo il 04/11/2009 17:33
    bella le hai donato la chiave?
  • francesca cuccia il 04/11/2009 17:14
    Che dolce
  • loretta margherita citarei il 04/11/2009 16:57
    apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0