PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pierrot

Sai che la vita mi pretende
Pierrot dall'espressione dipinta e labbra di fuoco

È cosi'
che assisto al mio strazio
con quella maschera
che ostenta un volto che non mi appartiene

E non ho fiato
per i miei respiri di ceralacca
non fiato vero
solo aliti immobili
a suggellare
il tempo statico dei miei umori..

Si è fermato sai?
il tempo si è fermato
sulla soglia delle delusioni

Non porto ore nel sangue a scorrere
le indosso come sipari
che calano d'improvviso ed impietosamente

Nessuna movenza andrà in scena questa notte
ed io rimarrò sola nei miei angoli bui
con il volto muto
ed un cuore dipinto sulla pelle
a tatuarmi quel fuoco che non arde
per gridare alla vita
che esisto
e pulso
ed amo
anche al di fuori di lei..

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Matteo Castellini il 10/03/2010 16:15
    esisto e pulso ed amo... interessante
  • Anonimo il 01/02/2010 09:22
    il tema della maschera che cela il nostro vero essere agli altri, al mondo, è un classico. secondo me, è anche fin troppo abusato, nel teatro, nei romanzi, in poesia. anchio da piccolo mi mascheravo da pierrot, con una finta lacrima sulla guancia. ma io allora mica mi facevo tutti questi problemi: era un gioco, un bel gioco
  • Anonimo il 26/01/2010 16:24
    sono assolutamente un tuo fan! Bravissimissima!
  • cristina russo il 06/11/2009 04:20
    Complimenti per l'intensità e la delicata crudezza di questo verso, lo trovo sublime:
    "E non ho fiato
    per i miei respiri di ceralacca"

    Invece vorrei farti un appunto su quelli sucecssivi:

    "solo aliti immobili
    a suggellare
    il tempo statico dei miei umori..
    Si è fermato sai?
    il tempo si è fermato
    sulla soglia delle delusioni"

    Non trovi anche tu che ci sia una ripetizione del concetto di staticità che inoltre appesantisce i versi? (Io metterei "solo aliti immobili
    a suggellare il tempo dei miei umori.. Si è fermato sai?
    sulla soglia delle delusioni" A me così pare anche più musicale)
    Quest'immagine è particolarmente forte: "un cuore dipinto sulla pelle"
    Fa riflettere sulla perversione della realtà, illusione e disillusione e mi riporta alla mente i personaggi della favola del mago di Oz che amo molto e una frase molto significativa di Oscar Wilde «Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze. » oppure anche «Datemi una maschera e vi dirò la verità. »
    (Persona in greco significa maschera )

    P. s. Conosci i dresden dolls?
    Se non li conosci assaggiali con questo video
  • cristina russo il 06/11/2009 04:14
    Complimenti per l'intensità e la delicata crudezza di questo verso, lo trovo sublime:
    "E non ho fiato
    per i miei respiri di ceralacca"

    Invece vorrei farti un appunto su quelli sucecssivi:

    "solo aliti immobili
    a suggellare
    il tempo statico dei miei umori..
    Si è fermato sai?
    il tempo si è fermato
    sulla soglia delle delusioni"

    Non trovi anche tu che ci sia una ripetizione del concetto di staticità che inoltre appesantisce i versi? (Io metterei "solo aliti immobili
    a suggellare il tempo dei miei umori.. Si è fermato sai?
    sulla soglia delle delusioni" A me così pare anche più musicale)
    Quest'immagine è particolarmente forte: "un cuore dipinto sulla pelle"
    Fa riflettere sulla perversione della realtà, illusione e disillusione e mi riporta alla mente i personaggi della favola del mago di Oz che amo molto e una frase molto significativa di Oscar Wilde «Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze. » oppure anche «Datemi una maschera e vi dirò la verità. »
    (Persona in greco significa maschera )

    P. s. Conosci i dresden dolls?
    Se non li conosci assaggiali con questo video
  • cristina russo il 06/11/2009 04:12
    Complimenti per l'intensità e la delicata crudezza di questo verso, lo trovo sublime:
    "E non ho fiato
    per i miei respiri di ceralacca"

    Invece vorrei farti un appunto su quelli sucecssivi:

    "solo aliti immobili
    a suggellare
    il tempo statico dei miei umori..
    Si è fermato sai?
    il tempo si è fermato
    sulla soglia delle delusioni"

    Non trovi anche tu che ci sia una ripetizione del concetto di staticità che inoltre appesantisce i versi? (Io metterei "solo aliti immobili
    a suggellare il tempo dei miei umori.. Si è fermato sai?
    sulla soglia delle delusioni" A me così pare anche più musicale)
    Quest'immagine è particolarmente forte: "un cuore dipinto sulla pelle"
    Fa riflettere sulla perversione della realtà, illusione e disillusione e mi riporta alla mente i personaggi della favola del mago di Oz che amo molto e una frase molto significativa di Oscar Wilde «Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze. » oppure anche «Datemi una maschera e vi dirò la verità. »
    (Persona in greco significa maschera )

    P. s. Conosci i dresden dolls?
    Se non li conosci assaggiali con questo video
  • Anonimo il 05/11/2009 22:37
    Bella, piaciuta.
  • Anonimo il 05/11/2009 18:10
    Pierrot.. l'ho trovato sempre un tipo curioso.
  • M. Vittoria De Nuccio il 05/11/2009 09:43
    ... a tatuarmi quel fuoco che non arde... bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0