username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tende bucate

Tende bianche
di vergogna masticate
come tane
da pensieri domiciliari
nei buchi di un Gruviere
di una trappola per topi.

Grattano le fogne
cani senza coda
girano in circolo
per morder l'ombra
del proprio vicino.

Apri la porta
respira l'odore
del mio mondo intestino,
leva la tenda
del tuo spioncino.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ANGELA VERARD0 il 05/11/2009 18:33
    particolare... colpisce per la sua intensità espressiva
    Molto bella
  • isabella zangrando il 05/11/2009 16:47
    viscerale, vissuta, evoca luoghi spiacevoli ma sottilmente evocativi. i tabù umani.
  • loretta margherita citarei il 05/11/2009 14:39
    ottima anche nel significato
  • lara qua il 05/11/2009 12:59
    ritmata.. mi piace
  • francesca cuccia il 05/11/2009 11:55
    Belle parole, brava.
  • Salvatore Ferranti il 05/11/2009 09:49
    poesia leggera, da leggere ascoltando musica. molto bella.
    mi è piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0