PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vittime innocenti (un umile grido)

Dove sono ora
non temono più nulla
cullati nell'infinito amore
di un mondo incantato.
Piccole innocenti vittime
sbranate dalla crudeltà dell'uomo
dall'indifferenza nei sentimenti
intrecciati alle viltà più assolute.
Uccisi da guerre indicibili
dai torbidi giochi
nel buio di un androne.
Vile società questa
perduta nei meandri
di meschine realtà.
Vittime innocenti
dell'abietto consenso
ai turpi elogi
senza rispetto.
La vita è preziosa
come perla rara mai trovata
quella dei bambini ancor di più.
Per ognun di loro
un pezzo di futuro
se ne è andato.
Unica consolazione
saperli lassù gioiosi
in compagnia del Signore.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 05/11/2009 21:39
    Commovente.
  • Anonimo il 05/11/2009 19:10
    In compagnia del Signore staranno bene. Toccante.. ti arriva al cuore. Complimenti
  • loretta margherita citarei il 05/11/2009 15:28
    sensibilissima patty, un metodo x aiutare gli altri bambini sofferenti? non comperare più roba griffata, molti non sanno che con il lavoro minorile vestono la loro vanità un bacio lor

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0