username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Impegnato in un altro sogno

Impegnato in un altro sogno, fantastico clone, flacone di morfina
Nella sorgente che a valle masturba le rocce, voci luride dai letti,
sesso violento sui tetti, emancipazione della donna giaguaro
assalto con fucile al presidente, la mensa ha posti vacanti e s'intromette dal ripostiglio
marinaio saltellante tragico epidermico ordine, il servizio
completa la manifestazione.
Soggezione
Virilità
Concezione
Profumo
Di corsa preparano il diario del burino, il fiume banca rotta
È mobile, il bambino è nell'immondizia,
trapelata musicista, il grammofono pergamena di coccio tonificato
allude al futuro.

Appaio nel corpo circo dottore, la penna che sfodera calmanti
Ansiolitici, aspirine e sciroppi lingua dall'alto del camice bianco
In fonderia di grazie.
Amano in orizzontale, amano a stagione pulsione
Schiacciando un pedale e spassandosela in tuoni orchidee
Taccagne l'ambrata spintonata corsa verso l'aureola.

Accelerando, accalcando membra rottami, solerte ignifugo spermatozoo
Di vendetta arraffa l'utero sorteggiato, vagabondi guatano i lampioni fotocopiati,
e tetra storie d'amor in cantilena balbuziente leniscono i soavi cori
che in cassaforte trapelano divari. L'occhio galante scalpella
le donne corte, frattaglie spirituali solcano la ninfomane postura
del mondo, l'idiota dichiara guerra
e sempre di motivo esilarante l'annullamento vicino si battezza in nucleare.

Orfano di denaro, la ferita è visibile al borghese celeste cielo,
gatti e maiali nella stessa sottana si lusingano del lerciume affisso
nel pelo-pelle-testicolo-tendone
portando il suggello censimento a cristo-pietra
come giornalista di tombini e ratti
s'erge e crolla alla vicinanza d'un casto poeta.

Mani nere sul tamburo, piuma ne fece la morte bollente sulfurea
Stracolata dell'indiano, per caso la sua razza, per casa la terra più grezza filante
Sposa innamorata dell'abitante, fedele e chimerica donazione
che di cuore n'è stata adottata, il pianto d'un cristiano, buddhista, taoista,
mussulmano colombo è vano ma mai insolente
le fauci tien ben chiusa dondolando negli stagni la faccia perlata di quella cultura.

12

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 23/02/2011 23:02
    ci sono molti spunti interessanti ma la metrica non aiuta la lettura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0