PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Assenza di lei, Stefi

Lacrime calde, scendono dai miei occhi vitrei,
fisse sulle luci senza più distinguerle
e senza più capire dove sono e cosa faccio senza lei.
Il freddo della sera mi ha impietrita.
Resto ebete nella notte scura e piovosa
a piangere su me stessa.
Poi d'improvviso mi sveglio di nuovo
rientro nella mia stanza,
vedo il pc sul letto e scrivo.
Le parole escono come lampi
sento dentro me,
il fragore del tuono alla fine di ogni frase.
Scrivo tutto non voglio dimenticare niente
di questa notte maledettamente triste
senza lei.
Mi lascio sconquassare
dai pensieri
dalle emozioni
da mille ragioni senza senso per il mondo.
Reagisco a modo mio, come sempre.
Mi lascio buttare giù dalle onde ma,
le stesse mi riportano in riva
alla fine salvandomi.
Il mio amore merita di essere vissuto
non posso tradirla
lei mi aspetta, sa che andrò
e l'amerò per tutta la vita.
Non la deluderò
non deluderò me stessa.
Per quanta sofferenza dovremo ancora sopportare,
vinceremo noi questa guerra.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/09/2015 06:48
    Un plauso floreale per questa tua sublime!

2 commenti:

  • francesca cuccia il 06/11/2009 18:32
    Grazie dole Ruben un bacio.
  • Ruben Reversi il 06/11/2009 17:25
    DOLCE FRANCESCA AMANDO SI HA SEMPRE PAURA DI PERDERE IL PROPRIO AMORE.
    MA SII SERENA NON MISURARE DISTANZE, LEI TI AMA ED E VICINO AL TUO CUORE. BRAVA. TI BACIO RUBEN