PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Aspettami

perchè ancora torno a guardarmi dentro
ancora una volta gli occhi su di me
i pensieri su di me
su com'è difficile capire
quanto vorrei e non mi sforzo di essere

odiarsi è solamente sterile
questo sentiero freddo verso un sonno senza immagini
ormai fa parte di ogni sera mia
le mie speranze sono così piccole
che vorrei nasconderle

tentativi che lascio spegnersi su fiamme fragili
e scioccamente amo il profumo delle ceneri
è così semplice sbagliare
è così semplice guardare il mondo dallo stesso marciapiede

attendo il caldo di giorni sereni
come se potessero dipingermi d'azzurro
e ho paura della grandine sul corpo
come un pettirosso in volo

là dove ci sono piume sparse
raccolgo questi frammenti d'ala pieni di esperienze
e di vento che vorrei fosse mio

il cuore mio ama correre per infinitesime istantanee
di una vita che non so
dove voglio sia diretta

dammi uno dei tuoi
sorrisi
concedimi di imparare da ogni tuo giorno
vorrei bastarmi
ma non posso

dammi un po'
del tuo calore della tua verità
potrei mangiare steso sul tappeto dei discorsi
tra me e te che non finiscon mai
assaporando quanto gli attimi si sommano in ricordi

dedicando canzoni a donne che non so
e parole a chi vorrei restasse ancora
un lungo attimo..

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 09/11/2009 14:09
    Un'esplicita richiesta d'amore. Spettacolo. Applausi, Monica
  • Edward Le Fou il 06/11/2009 15:25
    grazie!! ^^
  • Anonimo il 06/11/2009 13:20
    'dedicando canzoni a donne che non so e parole a chi vorrei restasse ancora un lungo attimo..' La fine è stupenda.. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0