PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Jesus.

Indomito e fragile
stoica icona,
scagliata
nuda e sola,
nella mai troppo sorda umanità

cosa hai fatto di te stesso!

troppo veloce,
è stato il tuo passaggio

troppo semplice,
è stato il tuo sabotaggio

un uomo all 'altare,
con le mani giunte e una coscienza troppo intrisa di sperma per baciare una croce
chiede,
blasfemo,
il perdono delle anime..

prete,
ora lava pure via con l'incenso
l'odore acre della carne dei santi,
che ancora brucia,
sui roghi della vergogna...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Aldo Occhipinti il 24/08/2013 12:37
    l'incolmabile solco tra il frutto di Idio e la chiesa degli uomini... e le chiese degli uomini
  • sergio vassetti il 05/06/2010 03:16
    grazie davvero per i vostri sinceri commenti. L argomento è di quelli che dividono... Sarebbe auspicabile un mondo in cui ciascuno potesse almeno scegliere come dialogare ed entrare in contatto col proprio dio senza rischiare per questo il rogo. Ieri fisico, oggi mediatico. Ma quanti intermediari ed agenti ha questa ricca ed opulenta chiesta! e quanti pochi contenuti di sostanza...
  • Marco Giunta il 08/12/2009 20:19
    Molto bella, davvero
  • Anonimo il 04/12/2009 17:22
    Bè bravo.. molto bella..
  • Anonimo il 03/12/2009 17:46
    Complimenti!!! ti appoggio al 100% e aggiungo un paio di domande per chi ancora dibatte sulla figura di cristo: ma la finiamo di credere alle storielle per tenerci sotto controllo? impareremo a far del bene al prossimo senza aver paura della dannazione eterna... o ci servono altri messia... da usare e travisare per il nostro comodo? la storia già ci da tutte le risposte per non ripetere i nostri errori... apriremo mai gli occhi sulle malefatte e l'inutilità sociale della GRASSA chiesa?
  • Francesco Scardone il 03/12/2009 01:38
    bravo... molto viva... scritta con le viscere... sono d'accordo con te sulla figura del prete in generale, provo vero ribrezzo per tutto quello che concerne qualsiasi religione precostituita... detto questo non mi contraddico affermando che credo fortemente in Dio... per quanto riguarda la figura di Gesù la vedo una figura interessante anche se non gli si può proprio perdonare quella sua fissazione nell'affermare che Dio è fatto a nostra immagine e somiglianza... ma come dici tu è difficile approfondire la conoscenza di Gesù di questi tempi... non si vede spesso in giro... si sarà beccato anche lui l'influenza??^^ ciao e ancora complimenti
  • roberto volpe il 02/12/2009 18:51
    "una coscienza troppo intrisa di sperma"? In che senso?
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2008 10:40
    Stupenda... jesus... imprigionato da un SANTO iNQUISITORE... non può durare...
  • enrico ziohenry il 08/08/2007 16:13
    da non credente, esprimo ilo mio parere: non mi è piaciuta. Saluti, Enrico
  • ninetta ciminelli il 13/06/2007 22:44
    proprio bella e attuale
  • Giovanni Lovece il 28/05/2007 11:02
    Bello l'inizio, la penultima strofa, personalmente, poteva fare a meno di quel termine che par stonare con il tono utilizzato. Ma, comunque, resta di buona fattura
  • luigi deluca il 26/05/2007 19:23
    Hai dimostrato coraggio con i tuoi versi, quando ti metteranno sul "rogo" io sarò lì con un idrante, per spegnerlo!!!!! Bravo, gigi
  • michela valente il 25/05/2007 13:49
    voto 9, per la descrizione inziale a me piaciuta tantissimo, piu breve che veloce direi del passaggio... hai avuto polso nel descrivere la chiesa nel finale... cmq a me piace, rende l'idea di questo uomo sacrificatosi per noi... complimenti... sergio.
  • ELIO RIA il 25/05/2007 12:12
    La poesia è molto bella. Apprezzo il coraggio che hai avuto nel denunciare qualcosa di mostruoso. Versi come macigni, versi forti e significativi. Bravo. Voto 8.
  • sergio vassetti il 26/01/2007 21:19
    ti ringrazio per il commento Rosaria, cercherò di approfondire la conoscenza di Gesù, soltanto che è davvero difficile vederlo in giro di questi tempi...
    Tu nel frattempo però approfondisci le tue conoscenze sui più grandi genocidi commessi nel corso dei secoli, portano tutti lo stemma crociato...
    Non metto in dubbio che esistano individui in odore di santità ma questo non ha nulla a che verdere col mio scritto...
    Grazie comunque.
  • Rosarita De Martino il 26/01/2007 07:31
    Sei uno di quelli che fa di tutta l'erba un fascio? Nella Chiesa ci sono, purtroppo, preti indegni, ma ci sono anche coloro che donano la loro vita per gli altri perchè la loro vocazione la vivono fino in fondo. Dovresti inoltre approfondire la tua conoscenza di Gesù che mi sembra molto ma molto limitata.
  • Susanna Melis il 29/10/2006 16:02
    La poesia è bella e molto sentita, ma nel complesso un po' limitativa nel descrivere la figura di Cristo. La parte finale mi piace:forte quanto basta.
  • Ivan Iurato il 24/10/2006 02:07
    Davvero forte in questa tua il linguaggio, senza false ipocrisie ti dico che mi è piaciuta, al di la' della mia religiosita' o della mia fede. Rivedrei alcuni passaggi, ma nel complesso l'ho apprezzata, specialmente la seconda parte dove la "chiesa" è quasi intesa come anticristo... ma non vorrei fraintendere nella della tua opera, quindi mi limito a valutarne il valore "artistico".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0