PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I Re Magi

Eran
solo tre,
Malchiorre
Baldassarre
et Gaspare,
da lo Oriente
a la Grotta
de lo novo
nato Re
de Gerusalemme
seguendo
lo Astro speciale
giunger alfin.
Eran Re
et per giunta
ricchi assai,
oro, incenso
et mirra
portaron lor
quali doni
in osservanza
a lo Re
de li Re
ancora in fasce.
Ma soli
nun fia,
uno quarto
pover essendo
como dono
sol carbon
aver,
ma egualmente
accettato est,
e lo Bimbo,
Nostro Signore
sorrider beato
a lor tutti
fia.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 08/11/2009 10:48
    Più leggo Pompeo Mongiello e più simpaticamente mi sorprende la sua ineguagliabile genuinità.
  • Aedo il 07/11/2009 23:28
    Hai composto, Pompeo, una poesia divertente. Ciao
    Pompeo
  • Dolce Sorriso il 06/11/2009 21:17
    simpatica...
    wow Pompeo sei propio ok
    bravo
  • alice costa il 06/11/2009 20:00
    bella.. interessante il quarto...
    bravo...
  • cesare righi il 06/11/2009 19:23
    Ave Pompeo Caesar ti lauda. Bravo e simpatico... c'è solo Gaspare che mi fa pensare a Gasparri
  • loretta margherita citarei il 06/11/2009 17:10
    semplice ma è bella
  • Giuseppe Tiloca il 06/11/2009 14:46
    Mi piace, è bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0