PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Eva

Eccomi.

Vertigine
improvvisa
Sospiro..
e mi lascio cadere
nel ventre
di questo vostro
tempo

girandola
tra raffiche di eventi
futuribili
anteprima dell'inevitabile
che scorro con timore

volteggio
tra costellazioni di scarabocchi
come scrittura decisa
che gioca sapiente
sul vuoto bianco


Eccomi.

in questa forma piatta
di questo
vostro spazio
dove
di entità gassose
io sono evocatrice
e interprete
e il mio pensiero prende
forma
ed ogni forma il suo
pensiero
e in questo inizio
dischiudo la fine
nel cerchio dell'ineluttabile.
sono Eva, la Grande Madre

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 05/05/2011 18:21
    Bellissima!! (e non solo per il nome )
  • nemo numan il 12/12/2009 07:46
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0