username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Terra sacra

Profumo di ciclamini
tra le croci d'alabastro
fresca terra,
appena toccata
Mani accudiscono operose,
tra acqua e foglie marcite
fiori secchi gettati,
tra lacrime invisibili
mescolate ai raggi del sole.
Campi elisi
memorie dolorose
annaffiate dall'affetto
dall'amore
di un padre
di una madre
di un figlio.
Tenere mani sfiorano foto
tocco eloquente
di un sentimento vivente.
Unica consolazione
per tutti
dei dolori sommersi.
Anime lievi corrono
per questa Terra sacra,
dove.. se vedi..
c'e' un incontro
di luci perenni.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Kartika Blue il 07/11/2009 21:07
    bellissima!!
  • loretta margherita citarei il 07/11/2009 21:05
    molto bella
  • Salvatore Ferranti il 07/11/2009 18:06
    bella e solenne questa tua poesia, molto apprezzata
  • Dolce Sorriso il 07/11/2009 16:10
    molto bella e sentita
    grazi...
  • I. mpersonale F. ottuta-mente il 07/11/2009 15:37
    non c'è dolore, non c'è rimpianto in questi tuoi versi. C'è amore, delicatezza, tenerezza verso chi purtroppo non c'è più. Ci hai regalato immagini dolci, di rispetto ed affetto, sintomo che alla rabbia che nasce quando perdiamo o stiamo perdendo qualcuno che ama si è sostituita una consapevolezza in più verso la vita, che purtroppo solo l'evento triste della morte ci regala;una consapevolezza, un'evoluzione sentimentale che un giorno spero di acquisire anche io. Ciao ciao
  • Anonimo il 07/11/2009 14:44
    Bella descrizione del sentimento pietoso verso i defunti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0