accedi   |   crea nuovo account

Specchio delle sue braghe

studiando da specchio
mi raggiunge la notizia della morte di una amica
riesco ad essere ancora specchio a me stesso?
risuona forte in me nelle sere vuote il senso di freddo che mi accompagna dalla nascita,
la derisione di chi mi ha accolto
incapace di sciogliere il ghiaccio che a sua volta si era trovato quando era stato il suo turno,
i lampioni sembrano sporgere timorosi la testa verso la strada
ritraendo il cuore per non essere troppo coinvolti
riuscirò ad essere specchio?
stamattina immerso nel racconto della morte
ho visto in modo deciso un grande sesso che incombeva su di me
era il sapore dell'amata,
di chi forse viaggiando disperatamente nel tempo
aveva in qualche modo agganciato il treno sul quale sto correndo
verso il mio vuoto
piccola cellula che nel primo istante del tutto
trovandosi a contatto con me,
non ha potuto fare altro che partire per una lunga ricerca
sperando che il ritrovarsi potesse fornire in qualche modo
il senso di quella fantastica esplosione che ha proiettato
la vita in tutte le direzioni
e così mi sono riempito di oscurità e di sole
la possibilità che vita morte ed amore siano amiche del viaggio è una ipotesi che gioca e ride forte adesso in me
lo specchio è ancora una opzione fra le tante
ma le emozioni sembrano già meno arroganti
o forse io ho cominciato ad accettare
che un semplice anello di fumo si possa sedere sulle mie ginocchia e mi racconti il senso del suo esserci.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 08/11/2009 10:57
    Magico specchio... una immagine triste di Morte... l'altra gioiosa di Vita...
    da infrangere... in fantastica esplosione... dopo mille esplorazioni... di Sion è...
    Bellissima questa immagine.. di un anello di fumo... a forma di cuore... sono un romantich.. seduto sulle nostre ginocchia.. a raccontarci il suo esserci... Heidegger...
  • Anonimo il 07/11/2009 19:41
    Piaciuta.
  • Anonimo il 07/11/2009 16:13
    La confidenza con lo specchio, la veridicidà del volto.. forse vorresti il tuo volto specchio di vita per ogni morte quotidiana e per regalare un riflesso di te.. Mah? Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0