username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Soldati

Stupiti
in trincee che non decideste
imbracciate vecchi fucili
dal manico di legno
la sorte vostra
è a un passo
ma non riuscite ancora a vederla
siete ciechi forse?
No
siete solo
troppo giovani per morire
questo è il fatto
e troppe voglie
non avete ancora soddisfatto
fratelli di guerra
in terra di confine
se c'è il sole
non è affar vostro
non arriva il suo calore tra la terra scavata
siete già ossa fredde
- beata gioventù
a non farvene rendere conto! -
anche se siete così imbottiti
da far esplodere un palazzo
siete l'anvanguardia
ma non avete mai saputo di cosa
quando cominceranno a piovere schegge
e piombo fitto
i vostri alleati
diranno che era ormai troppo tardi
per potervi salvare tutti
in osterie da quattro soldi
berranno vino e birra
alla vostra memoria

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Daryl il 27/02/2012 18:21
    Commuovente! Complimenti!
  • Anonimo il 03/03/2010 21:06
    Ciao Salvatore. Bella poesia. Bella e profonda.
  • lisa masi il 09/11/2009 22:22
    molto più bella di "si sta come d'autunno sugli alberi le foglie" di ungaretti, davvero sei bravo
  • Jurjevic Marina il 09/11/2009 17:42
    Ho avuto il modo di osservare da molto vicino un soldato.. l'ho visto cambiare... diventare tutt'altra persona.. la guerra.. gli dicevo io.. non è tua.. ma, la mente di un soldato... funziona in un modo che non potremo mai capire fino in fondo.. ed è per questo che non lo osservo più.. il mio soldato.. Splendida poesia da cinque stelline
  • virginia poggi il 09/11/2009 09:20
    hai interpretato la cruda realtà di persone che magari non vorrebbero premere quei grilletti ma si attengono a ordini di criminali sotto la giustificazione di una "guerra necessaria"... soldati in lotta dentro i loro cuori tra il dovere e i loro principi... soldati come foglie, dimenticabili.è sempre un piacere leggerti salvo. sei bravissimo
  • Anonimo il 08/11/2009 15:17
    Bella.
  • Anonimo il 08/11/2009 13:41
    Troppo giovani ed ignari per renderesene conto!! Bellissima Salvatore.. complimenti!!
    Un abbraccio
    Dani
  • Giorgia Spurio il 08/11/2009 12:15
    triste dura realtà espressa con grande ingegno.
    bei versi che fanno riflettere e provare anche dispiacere verso questa società da una parte ingenua e dall'altra egoista.
  • loretta margherita citarei il 08/11/2009 10:25
    argomento pesante la guerra, bella la tua posizione bravo :
  • Anonimo il 08/11/2009 10:04
    delicatissimo tema, le parole sono più taglienti della lama, ma gli interessi sono troppi, preferiscono le armi i Signori.
    ciao Salva.
  • francesca cuccia il 08/11/2009 08:39
    Bravo Salvo hai espresso molto bene il pensiero di vedere giovani morire in guerra e ovunque senza forse capire, bellissima.
    Crudele verità , si spera che un giorno finisca.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0