accedi   |   crea nuovo account

Una corsetta sul cactus

correre per non sentire
come un eterno forrest gump
limitare l'urlo della vita
per poi precipitare
in una tavola rotonda
dove tutti i partecipanti
hanno il nostro volto
e si guardano stupiti
senza capire il motivo
di quel partecipare allo stesso convivio.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giovanni Ibello il 21/11/2009 12:16
    boh.
  • Anonimo il 08/11/2009 14:24
    Bravo.
  • Anonimo il 08/11/2009 12:05
    Piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0