username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ebrezza

Nulla mi rimane se non l'idea del sole
Sole immenso e splendente di paure nascoste
Nulla è come prima nulla vive di luce propria

La notte tocca le mie paure disperate di volume

Il ruggito delle parole si nasconde nell'ombra
My space vibra di colore immenso e tormentato del pensiero nel tuo cuore

Il mio Dio dove sta?
Mi ascolta o sta dormendo?

Il miele delle tue parole mi rilassa dai tuoi baci mai avuti

L'aquila del vento ruba i miei amori

L'illusione della vita persa nell'illusione

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 08/11/2009 23:26
    Piaciuta.
  • Marcello Caloro il 08/11/2009 21:58
    Buio interiore, riflessi spenti, cecità indotta. Altre percezioni per rimpiangere ciò che che mai è stato e mai sarà!
    Meritevole ma di non facile lettura. Per me bella. Ciao.
  • Antonietta Mennitti il 08/11/2009 19:32
    Tristissima... ma intensamente bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0