username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Risate..

Risate...
Ricordo quelle risate...
Suoni di campane a festa...
Ricordo corse,
quelle corse con il tempo
che spronava ginocchia
in sentieri morbidi
per non ferirsi
in cadute bizzarre.
E labbra rosee,
umide di rubati baci
su scogli innamorati
di risacca,
avvolgente anche il cielo...
E la spensieratezza,
in splendidi unici attimi,
che non udiva
voci di rimpianti,
incontaminata ancora
nelle ore che squillanti
armonizzavano canti...
Ricordo e sorrido
e ti guardo,
adorata innamorata figlia...
so che tutto questo è giovinezza
tua unica invitata d'amore
tra le braccia di un sogno
creduto infinito.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • augusto villa il 29/11/2009 23:39
    Veramente una bella poesia... Complimenti!!! ...
  • giampaolo marcialis il 10/11/2009 11:14
    bella poesia Marhiel. Ricordo lontano. La nostra mente per fortuna, finchè sarà attiva, ci permette di far riaffiorare il passato. Voto : bellissima
  • Anonimo il 09/11/2009 23:30
    Bella poesia, un sogno tramonta ma un altro più duraturo continua nell'amore più grande.
  • Salvatore Ferranti il 09/11/2009 19:27
    una poesia che ci porta lontano, in un mondo che non conosciamo, tutto tuo, e noi, come ospiti, rimaniamo a guardare stupiti... che bella poesia... bravissima
  • loretta margherita citarei il 09/11/2009 15:22
    bella melanconico ricordo
  • Samuele Scagliarini il 09/11/2009 15:13
    Immagine di grande effetto. Dà un colore tutto particolare al tema. Well done!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0