PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dentro di te respirava un forte profumo d'infinito

Odoravi
adoravi
l'infinito

Bimbo
di Baghdad

ricordi
la letizia profumata
di mille giovani pensi li giardini
bussanti nella paradisiaca notte alla tua divina porta su un magico tappeto volante

Ti sei sempre sentito
dal finito
imprigionato

malgrado
i tuoi occhi
sognavi

vedessero intorno a te
solo fili spinati
sotto le macerie di edifici

Sei crollato

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 10/03/2010 23:06
    sotto le macerie... sei crollato... bellissima... complimenti
  • Anna G. Mormina il 11/11/2009 21:56
    ... dolce, piccolo, bimbo di Bagdad...
  • Donato Delfin8 il 11/11/2009 11:52
    Bellissima Vincè
  • Anonimo il 10/11/2009 19:01
    È bellissima mon Cap... davvero commovente, sognante da mille e una notte... ma gli occhi del bimbo non muoiono mai.
  • Jurjevic Marina il 10/11/2009 09:26
    Hai un modo particolare di toccare il cuore, sai. Bellissima. E finisce un sogno. E crolla una vita. Ma può morire un sogno?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0