username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dal mio scrigno

Una lama di luna che sbircia importuna
mi sorprende quasi scrigno semiaperto:
internamente qualcosa s'intravede,
amaramente il più rimane in ombra.
M'immagino atomi d'umanità,
frammenti frementi d'una vita,
tra cui il tuo sguardo appassionato
rapido ravvisa gemme di normalità
là dove intreccio scarti di sublimità.

 

l'autore Maurizio Cortese ha riportato queste note sull'opera

La visione di uno scrigno semiaperto, mi ha suggerito l'immagine di un cuore che nasconde tesori da scoprire quotidianamente.


1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 11/11/2009 13:25
    una sbirciatina assai rivelatrice. molto bella
  • Attanasio D'Agostino il 11/11/2009 12:46
    Lo scrigno semiaperto...
    dove ognuno, puo entrare nel suo
    Un caro saluto Tanà.
  • Salvatore Ferranti il 11/11/2009 12:11
    una poesia molto intima, che esprime sentimenti altrimenti incoffesabili, davvero molto bella e melodiosa.
  • Antonio Pani il 11/11/2009 11:56
    Mi è piaciuta, bravo. Grazie per la tua nota, che orienta la lettura. Io l'ho sentita come la percezione di un qualcosa di "esterno" che incide nel profondo dell'animo dell'autore, sorprendendolo per la profondità e l'intensità di eventi semplici e genuini. Complimenti, a rileggersi, ciao.
  • Auro Lezzi il 11/11/2009 11:28
    La giusta luce d'un eterna amica..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0