username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lune di birra

Avvicinati immobile,
come hai fatto un tempo.
Leggero avanzando grave
con quell'animo inquieto che il tuo vagabondare di notte racconta.
Siamo rimasti sospesi lì,
sotto quella luna di birra
che piena e fiera se ne stava
complice sola di tutti i segreti che ci siamo soffiati l'un l'altro nelle gole.
Fumo e latte dei grandi
sui nostri corpi spogliati dagli ancestrali riti
soli e nudi
perversi e giunti
in quello che ci è stato concesso desiderare appena.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Dark Side il 22/08/2010 11:03
    bei versi, davvero belli, letta e riletta, voto 5 stelle
  • Ivan Bui il 01/01/2010 19:44
    ... ermetica quanto basta, elegante, davvero bella.
  • Cinzia Besaldo il 11/11/2009 22:29
    Grazie mille. Anche a me piacciono le riletture.
  • Salvatore Ferranti il 11/11/2009 22:28
    una poesia particolare che colpisce, soprattutto alla rilettura.
    brava
  • loretta margherita citarei il 11/11/2009 16:48
    :bravoer come è scritta bene
  • Samuele Scagliarini il 11/11/2009 15:41
    Ha il suo perché. Storie appena abbozzate e già ricche di segreti slegati dagli ancestrali riti... storie vissute per quel che erano, storie bevute!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0