accedi   |   crea nuovo account

Arcobaleno

vibra il vento violento tra i palazzi
case riempite dalla noia di un cambio di stagione
unto di pioggia isterica e incerta
madre grigia di un taglio cromatico intangibile e intatto
figlio del primo sole sterile d'autunno

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 30/08/2012 10:41
    Una poesia che rende l'idea del cambiamento, il ritorno dell'aria fresca.

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 05/11/2009 23:52
    carina
  • Minalouche TS Elliot il 05/11/2009 14:42
    Non è male, però, provando a leggerla ad alta voce, trovo che abbia bisogno di punteggiatura o "spazi", per enfatizzare il testo e dar maggior risalto alle parole, oltre che a rendere più scorrevole e musicale la lettura. Sicuramente migliorabile.
  • Fabio Mancini il 30/10/2009 22:29
    Migliorabile
  • loretta margherita citarei il 28/10/2009 21:27
    concisa ma versi efficaci
  • rainalda torresini il 28/10/2009 11:32
    solo nel taglio cromatico ritrovo l'autunno.
  • Mirka Naldi il 27/10/2009 18:20
    semplice e vera, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0