accedi   |   crea nuovo account

23 ottobre

Quando le foglie
si tingono di tramonto,
quando l'estate
raggiunge la sera,
è tempo
di guardare indietro,
a quello che hai preso,
a quello che lasci.
Quando le nubi soffuse
chiudono gli orizzonti
umani, fermandone i sogni,
gli sguardi scendono a terra
e il tempo si ferma
come pure le fronde.
Anche la luce tace
e rispetta il silenzio
di un mondo che chiede riposo
e introspezione.
Non più salire al cielo
superando i limiti
ma scavare a fondo
cercando gli stessi,
traccianti un'identità perduta.
È ora di rientrare
nelle stanze del desiderio
per tornare
ad ascoltare le domande
prima di inseguire
le risposte.
Era tanto che non stavi
con te stesso,
lasciato solo
perchè sempre in compagnia.
È come una linea
che ritorna
al punto di partenza
per godere
dello spazio
che ha vissuto,
del tempo
che ha solcato.
E stupito contempli
il sapore di qualcosa
che si chiama pace.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • laura marchetti il 21/09/2012 06:32
    meravigliosa introspezione autunnale
  • Minalouche TS Elliot il 03/11/2009 13:31
    Più un opera introspettiva, titolo a pare, l'introspezione che spesso l'autunno porta. Non la trovo in tema, ma forse son io a non cogliere, d'altra parte mi piace quindi voterò così.
  • loretta margherita citarei il 03/11/2009 06:50
    introspettiva nel parallelismo d'autunno
  • Annamaria Ribuk il 02/11/2009 09:25
    ... è bello stare un po' con se stessi... e le risposte vengono a galla da sole... molto bella... Ann!
  • Fabio Mancini il 30/10/2009 19:48
    Poesia molto bella, di cui dallo stile ho carpito l'identità dell'autore. Ma il tema della poesia era l'autunno. Mi dispiace.
  • Matteo Sardelli il 28/10/2009 16:15
    Voto "bella ma non eccezionale" perché trovo l'opera abbastanza interessante, ma non mi convince molto dal punto di vista della suddivisione in versi e dal linguaggio usato.
  • Donato Delfin8 il 28/10/2009 10:25
    Belle riflessioni.
  • Anonimo il 27/10/2009 23:31
    Quanto stupore, scavare a fondo cercando se stessi per godere il sapore della pace.
    n
  • Heléna T. il 27/10/2009 11:53
    un po' prosaica, ma carina...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0