PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gneo Pompeo Magno

Se po' di'
che 'sto Pompeino
nato
co' la spada
er mano
sia.
E da la parte
de lo Silla furibondo
contro lo Mario
lo ferro
sbranar
senza
niun indugio
fia.
Poi
un po'
ragiunando
co' Crasso
et Cesare
lo primo triunviro
fia.
Ma li
problemi
de la Repubblica
tanti fia,
che
a la fine
seppur
mille de successi
aber,
como
uno gran...
e qua
verbo
manca est,
da lo Tolomeo
o chi per lui
la capa
troncar de netto
se fece,
E lo Magno
qui caput
fia.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 05/01/2010 14:52
    Divertente e divertita biografia poetica. Ma è autobiografica? (scherzo)
  • cesare righi il 25/11/2009 19:46
    fortissima, qui ed ora caro Pompeo voglio
    replicar su chi disse che dello tuo capo me ne volli far gloria
    che 24 coltellate possano ferir lo corpo mio
    se non vero è
    che volli fortemente volli fosse sol la tua resa
    e stringer la tua mano tesa
    in abbraccio d'amicizia vera ci fossimo trovati
    or forse questo mondo pazzo non sarebbe degli alienati

    Caesar
  • alice costa il 13/11/2009 20:08
    .. antica Roma... triumvirati... altra storia...
    bravo... bravo,, bravo
  • Vincenzo Capitanucci il 13/11/2009 09:02
    Bellissima Pompeo.. un po' di storia... non fa mai male...

    bella musicalità... imperiale..
  • loretta margherita citarei il 12/11/2009 19:18
    forte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0