accedi   |   crea nuovo account

Ricordi.(sulla macchina del tempo)

Ricordi,
infuocato ottobre di foglie lontane e ormai cadute,
l'auto blu e la strada
tutti quei tornanti,
il mio cuore BUMBUM e quell'attimo di barba bionda e sole nei tuoi
occhi
chiari
verdi
Bello. Eri bello.
eri un sogno.

Quel the nelle vette, davanti a quelle vetrate e la tua allegria,
la magia.
(quando abbiamo smesso di andarci...)
il vento nelle tue braccia, protetta.
E quella stanza buia e brutta e inimmaginabile che non ha mai smesso di affascinarci quando ne parlavamo.
La nostra casa degli orrori da nominare quando volevamo un brivido
birichino sulla schiena...
Il primo bacio rubato.
In punta di labbra...
Avevamo tutto davanti.
E lo sapevamo...
Che miracolo.
Lo sapevamo.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 22/12/2010 07:58
    Bella poesia... di una spontaneità unica. Letta per caso... pescando nel sito... ma poi, che fine hai fatto? Che è successo? ciaociao
  • Anonimo il 17/09/2010 09:48
    ciao, credo che la tua sia davvero una bellissima poesia - by tonino
  • Vincenzo Capitanucci il 13/11/2009 07:29
    Un bellissimo spontaneo BUMBUM...

    Brava Isabella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0