PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Miniera

Guardo le mie mani sporche e fredde
usurate
in questa miniera.
Troppe notti nere con le unghie calpestate.
Spigoli fuoriescono dovunque è comodità,
è pesante cercare di fermare il nostro essere uomini.
Ricercare qualcosa.
Questa miniera profonda,
è sola,
è preda debole.
Troppe le esplosioni.
Maledetta
maledetta questa sete di felicità e grandezza.
Ogni millimetro di roccia è un nome ed un cognome.
L'aria è polvere spietata.
Qui in questa miniera,
troppi corpi sono senza vita.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Francesco Giofrè il 14/11/2009 19:21
    grazie troppo buono!
  • Vincenzo Capitanucci il 13/11/2009 07:22
    Splendida Francesco... ogni millimetro è un nome.. un cognome...

    scavando... verso le miniere del Sole...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0