accedi   |   crea nuovo account

Arresa imperitura

Hai pensato di fare,
quello che mai hai fatto:
venire distrutto,
schiacciato dal globo,
sotto
solo
la verità.

Se questo volto si spezzasse,
neanche la riconosceresti
fra le tante...
la frase tremenda,
apotropaica,
non pronunciarla,
non usarmi,
mi arrendo
e scateno bellezza,
metto qui a ferro e fuoco,
marchio lettera infame,
stupro innocenza.
Sono lava di pianto
sul pendio della rovina,
il più fedele
crede si possa sostenere
la tua voce contesto
senza filosofeggiare...
Poeta,
fra voi mai il migliore,
sotto
solo
la verità.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 13/11/2009 20:52
    Concordo con Loretta, sei poeta... e riesci sempre a renderci partecipi di una vita difficile e vissuta con coraggio... con versi a volte criptici ma che narrano le tue esperienze di vita!! Io ti ringrazio, perchè magari le nostre interpretazioni non rispecchiano a volte quello che volevi comunicare, ciò non toglie che sei poeta.. tra i miei preferiti!!
  • Kartika Blue il 13/11/2009 14:33
  • Anonimo il 13/11/2009 13:25
    bella, come sempre!
  • Samuele Scagliarini il 13/11/2009 11:30
    Finché ci sono questa forza ed energia non c'è né lava di pianto, né pendio di rovina. Siamo figli del nostro tempo che esalta il nulla! Complimenti!
  • loretta margherita citarei il 13/11/2009 10:57
    invece sei poeta fantastico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0