PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Terra e i terrestri

Il tintinnio della pioggia
Il ruggito del vento
Mi provocano uno strano effetto
Quasi di spavento

La dolcezza della neve
L'incertezza della nebbia
Mi lasciano confuso
E senza nessuna attesa

...

e poi sorge il sole,
tutto si commuove,
e la natura lo segue
come fosse un girasole

Niente buio,
Niente freddo,
rimane solo un accenno
del brutto tempo

e quindi tutti gioiscono

Gli uccelli iniziano a cantare
I cani a scodinzolare
La gente a passeggiare

Tutti lo sanno,
Questa è la vita

Tutti lo sanno,
Bisogna viverla
Finche non è finita.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Tim Adrian Reed il 03/03/2010 17:36
    Ciao Vasily, concordo con Matilda, c'è una strofa che mi ha davvero colpito:
    e poi sorge il sole,
    tutto si commuove,
    e la natura lo segue
    come fosse un girasole

    Nella sua semplicità è perfetto.
  • Simone Scienza il 11/02/2010 13:14
    Ma che bella... leggera e gentile, con un ritmo garbato
  • giuliano cimino il 02/12/2009 15:51
    molto musicale bravo
  • Sarah K. il 24/11/2009 17:29
    Mi piace!!!
  • Jurjevic Marina il 23/11/2009 21:42
    e poi sorge il sole,
    tutto si commuove,
    e la natura lo segue
    come fosse un girasole

    Girasole.. il mio fiore preferito.. simbolo dell'allegria.. Bellissima poesia, si merita un posto tra le mie preferite. Un abbraccio
  • Adamo Musella il 22/11/2009 23:46
    Una convinzione che ci accomuna, bravo Vasily, ciao
  • Anonimo il 14/11/2009 08:30
    bella... ma la vita anche nell'oscurità ha un forte fascino!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0