username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amore che riposi tra i rovi

Incantami,
sorprendi i sensi
mentre arrotondi
con parole nuove
la mia storia.

Sei paura e sogno
un canto distante,
la vita che inizia.
Ma tu non credi,
nulla ti avvolge
e come serpe sfuggi
al suono del tempo.

Potrò mai rivederti?
L'alicanto dorme
sopra altra nebbia
nasconde tremiti,
ricordi tenui di noi.

Questa natura ostile
ferisce, falsa
strazia le carni.
Non sai e non puoi,
le mani giunte
gli occhi spalancati,
cercheremo stupiti
altrove i nostri cuori.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 16/11/2009 21:39
    Lasciati incatare dall'oblio che si perde tra i sensi infiniti di un sogno.
  • Kartika Blue il 16/11/2009 21:28
    bellissima!!
  • isabella zangrando il 16/11/2009 16:29
    grazie a tutti!
  • loretta margherita citarei il 16/11/2009 16:18
    scritta benissimo
  • fabio martini il 16/11/2009 13:47
    buona poesia molto straziante
  • Anonimo il 16/11/2009 13:40
    Bella poesia, anche se "l'alicanto dorme"...
  • Salvatore Ferranti il 16/11/2009 11:55
    bellissima e piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0