accedi   |   crea nuovo account

L'ultimo viaggio

Con scarpe consumate,
percorro strade,
tra foglie sparse,
tra la fanghiglia.
Smarrisco la mia vita,
con occhi spenti,
con il cuore in tumulto,
fermatosi di schianto
irrimediabilmente.
Per amore vorrei vivere!
Per amore non riesco
a farmi amare,
tra briciole di miseria,
come un'accattone senza memoria.
Mi fermo con le lacrime
sul volto,
con parole sulle labbra
senza voce,
con il desiderio di soffrire
e morire ancora,
in un tempo dove stagioni
fluiscono,
tra sprazzi di cielo,
di dolcezza e perdono,
dove forse qualcuno
mi amerà.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Ruben Reversi il 17/11/2009 16:11
    GRazie gentile e dolce angela. bacio ruben
  • ANGELA VERARD0 il 17/11/2009 15:40
    un accorato smarrimento provocato dal dolore... il dolore è comunque un'ottima Musa che lascia fluire versi eccellenti tra le lacrime versate
  • Ruben Reversi il 17/11/2009 14:56
    GRAZIE KARTICA, MONICA, FRANCESCA, NON POSSO ESSERE INFELICE, LA STIMA DI CUI MI CIRCONDATE E'
    AMMIREVOLE, GRAZIE VI BACIO RUBEN
  • Anonimo il 17/11/2009 07:55
    Una canzone dei Negramaro, a cui sono particolarmente affezionata recita: "Solo per te io cambiero' pelle, per non sentir le stagioni passare senza di te"... Ecco la tua poesia me l'ha ricordata, come un passare inesorabile del tempo, un passare di stagioni, senza avere tra le mani quel sentimento forte di cui parli, l'Amore. Ma qs condizione sta a te cambiarla, con coraggio e determinazione, cominciando a dare la giusta importanza alle cose "reali" che ti circondano e che forse non vedi... 1 abbraccio immenso.

    Monica
  • Kartika Blue il 16/11/2009 21:43
    commovente e stupenda!!!
  • francesca cuccia il 16/11/2009 21:08
    Troverai di certo qualcuno che ti ami, impossibile non farlo.
    T. V. B. Ruben
  • Ruben Reversi il 16/11/2009 19:47
    grazie alfonso, grazie dolce Giovanna
    per le vostre parole di conforto.
    Ruben
  • giovanna raisso il 16/11/2009 18:55
    il tuo cuore non si è "irrimediabilmente" fermato..è ancora forte il desiderio di soffrire, morire.. ed amare ancora
    bravo ruben
  • Anonimo il 16/11/2009 18:48
    Trasparente la sensazione di tristezza e solitudine che percorre la tua mente.
    In questi momenti magici tocchi il cuore di molti, complimenti.
  • Ruben Reversi il 16/11/2009 18:44
    come sempre colgo l'occasione per ringraziarvi per non essere solo in questo viaggio di dolore nella memoria.
    Ruben
  • Anonimo il 16/11/2009 18:31
    Come dice Mangiabriciole, un personaggio di una mia fiaba: " dio come li compiango, la povertà del loro spirito è assai più triste della mia miseria...". Tu, caro amico, sei capace di amare: sei nato ricco e morirai in ricchezza.
  • Anonimo il 16/11/2009 17:24
    molto bella ruben..
  • pippi calzelunghe il 16/11/2009 16:55
    molto bella
  • Anonimo il 16/11/2009 16:51
    Ottima espressione del dolore. Bella.
  • loretta margherita citarei il 16/11/2009 16:35
  • loretta margherita citarei il 16/11/2009 16:35
    periodo di sofferenza ben scritto molto apprezzzato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0