accedi   |   crea nuovo account

È come Essere in un suggerimento d'Auro re

Sognando
mi trasferisco
trasportando
membro dopo membro
la mia bocca
nel sogno

E vado

lascio un mondo
in bianco e nero

E vacuo
nel bacio

in un vapor acqueo

dove
la luce
dell'arcobaleno
E'
più
colorata
unita
Reale

della pallida duale realtà

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Rosa Maria Marongiu il 25/12/2012 23:55
    Mi fa venire in mente un quadro dai colori vivi e da sfumature di acquarello, cieli dove l'anima e la fantasia si possono librare leggere. Buon Natale!
  • Anonimo il 18/11/2009 19:10
    Il passaggio -trasferimento- dalla realtà al sogno, dal bianco&nero ai colri dell'arcobaleno... beh, Vincenzo: ha il profumo dell'oppio. Piaciutissima.
  • Anna G. Mormina il 18/11/2009 19:09
    ... evadere in un bacio. in un mondo colorato. . .
    . .. splendida!!!!
  • Antonietta Mennitti il 18/11/2009 13:49
    Un scrigno di parole bellissime! Piaciuta.
  • ANGELA VERARD0 il 18/11/2009 13:32
    il sottile confine tra reale e onirico magnificamente dissolto in un'unica luce della duplice Aurora
  • Anonimo il 18/11/2009 12:27
    .. e io e vado con te.. trasportata dalla delicatezza di questi versi..
  • Donato Delfin8 il 18/11/2009 11:27
    Bella Vincè
  • Patty Portoghese il 18/11/2009 10:48
    Tenue e delicata come in genere i tuoi versi molto apprezzati.
  • Anonimo il 18/11/2009 10:41
    Nel sogno si riprende ciò che si vorrebbe, abbandonando il grigiore della vita reale, per volare verso mondi di scintillante luminosità, nell'arcobaleno del regno onirico ove tutto risplende di luce nuova.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0