PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Porti di Terra e di Mare

Sambuca e porte rotte..
Bere lentamente degustando la solitudine,
si mischia bene quando medito
in questo palazzo mai finito,
a contatto con freddo di cemento
grezzo come i pensieri senza metafore..
Una sigaretta senza filtro il mio parlare
a questi muri incompleti
a questi ganci di ferro
a queste nuvole lasciate a metà
da una mano inesperta..

Viaggiare, partire.. Scendendo risalire le correnti
Porto dopo porto casa dopo casa
Portarsi via i particolari che fanno di un viaggio
quello che è

Il sapore della colazione d'albergo
Il sapore dei baci in un letto straniero
Il sapore sulle labbra in questo risveglio
e le tende di un colore che non ti va
La moquette silenziosa da ipnotizzarti
con quelle trame che portano nostalgia di casa

Vino rosso e tovaglie di carta terra di siena
Seduto sul tetto di un vecchio edificio bianco
con i muri in rovina mentre il sole tramonta
Solo il cristallo rimane intatto mentre la notte s'avvicina

Tutto quanto è intriso di spazio aperto
lasciato lì per qualche motivo incerto
Finestre aperte su un campo che sarebbe stato un giardino
Erba selvaggia in quel campo e lungo il cammino
Fiori boschivi in quel prato e stretti qui in mano

Polvere di diamante, polvere di strada dura
Tracce profonde di rotte antiche sulla terra scura
Orme di auto orme di umani e di chi c'era prima
Al vento si muovono fronde cariche di preghiere

Si muovono lievi
calde persino in fotografia
Portano i profumi di genti diverse,
mi sembra che respiro il tuo

Viaggiamo attraverso i giorni e
tutto questo tempo ci porta via
Teniamoci forte ai ricordi alle parole all'alchimia
ai gesti incompiuti per portarli in fondo tra noi

Fermo sulla riva d'inverno del mare,
le onde che mi bagnano i piedi
In quel freddo umido intreccio i miei versi
e tutto mi sembra più chiaro

Sarà il cielo che gioca con il mio sguardo
e si inventa i colori
Sarà il sangue che corre veloce per non farmi male

In tasca le foto e i particolari
rubati al tempo che li avrebbe lasciati andare
Un pugno di sabbia in mano
e sempre il vento nel cuore

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Edward Le Fou il 20/11/2009 10:49
    grazie a tutti per i commenti!! ^^
  • Rosalba Pera il 19/11/2009 22:20
    Bellissime immagini
  • loretta margherita citarei il 19/11/2009 06:55
    emoziona
  • Edward Le Fou il 18/11/2009 21:29
    sono nel periodo di grazia creativa... ringraziando le Muse
  • Kartika Blue il 18/11/2009 21:20
    Wow, stupenda!! Attraverso le tue parole rivivo sensazioni e ricordi di terre lontane che ho amato e in cui ho vissuto!! Sempre bravissimo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0