username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mattinata nebbiosa

Ieri mattina,
la nebbia,
bambina,
giocando
con la palla,
rotolando la sfera
sui campi,
sui tetti delle case,
sui vicoli antichi
della città,
li avvolgeva
con un manto
lattiginoso.
Tutto appariva
velato, misterioso,
si stringeva
nel cappotto
la gente,
quell'umidità
invadente,
gelava le ossa,
offuscando,
gli animi
nell'uggia assoluta.
Ma all'improvviso,
un pallido sole
sforò il velo,
pian piano
i suoi raggi
cominciarono
a scaldare,
il cielo
presto tornò sereno,
le persone, rincuorate
ripresero
il loro fare.
Ed io tornai a poetare,
a raccontare,
il miracolo
di un raggio di sole.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Alessia Lombardi il 26/06/2012 22:19
    Sono ammaliata da questa lirica!!
    Incantevole!!
  • Simone Scienza il 06/01/2010 15:17
    Mamma che bella, amo le poesie invernali, col sole che si fa strada e riscalda gli animi... PRODUCI PARECCHIO VEDO, COMPLIMENTI!
  • Salvatore Ferranti il 19/11/2009 21:01
    Ed io tornai a poetare,
    a raccontare,
    il miracolo
    di un raggio di sole. ...
    loretta, tu sei il nostro sole, le tue poesie allontanano nebbia e tristezza.
  • Anonimo il 19/11/2009 20:58
    Piaciuta.
  • ciro caminiti il 19/11/2009 18:29
    BRAVA!!
  • mariella mulas il 19/11/2009 17:18
    Loretta..è bellissima! Istante che apre il cuore come il raggio il cielo...
  • Kartika Blue il 19/11/2009 14:34
    ma che bella!!!
  • Fabio Mancini il 19/11/2009 09:13
    Mi piace la tua semplicità, le tue descrizioni, la tua purezza. Fabio.
  • anna rita pincopallo il 19/11/2009 09:01
    certo il tempo influisce anche su di me, con il sole vedi le cose in un modo migliore gradita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0