username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spettri

Perché giusto sonno non vieni a me...
S'arrovellano i pensieri.
Occhi sbarrati come un gufo.
Tutte quelle certezze,
la forza,
l'indifferenza.
Non erano vere,
era un modo per vivere;
un celare... ma a chi?
Il cuore ora s'è ribellato,
la mente l'ha assecondato.
Al calar della notte
tutti gli spettri si mettono in fila e parlano,
parlano...
Cara paura,
succhia pure da me ogni energia,
se vuoi distruggi anche i miei atomi,
ma non farmi vivere nel rimpianto
di ciò che non potrò mai avere

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Giuseppina Iannello il 01/12/2009 14:05
    Bella e profonda, complimenti.
  • Antonio rea il 26/11/2009 13:42
    Il tuo tumulto interno trasborda in questi intensi quanto coinvolgenti versi!! Brava Daniela, scrivi benissimo, ma.. cerca di guardare il mondo in modo più rilassato!! Sei stupendamente dolce!!
  • Vincenzo Capitanucci il 21/11/2009 09:35
    Bellissima Daniela... una lunga fila...
  • Anonimo il 20/11/2009 23:06
    Bella.
  • Kartika Blue il 20/11/2009 20:44
    gli spettri notturni della paura, bellissima!!
  • Auro Lezzi il 20/11/2009 11:15
    Ma poi passa... e la vita ti appere per quello che è Bella... Gli spettri li abbiamo messi in fuga..
  • Anonimo il 20/11/2009 11:05
    Direi analisi fantastica di uno stato d'animo comune a molti. e basta con le iposcrisie cone se stessi. Se dolore deve essere, ben arrivato.
  • Anonimo il 20/11/2009 10:29
    molto bella! quello che a me spaventa di più comunque è il giorno perchè non posso fuggire. Con la notte il sonno può proteggerti a volte... poi ci sono gli incubi, è vero, e poi c'è l'oblio da se stessi. Per un po' non c'è più dolore!
  • loretta margherita citarei il 20/11/2009 10:28
    molto bella compliment
  • Salvatore Ferranti il 20/11/2009 09:42
    la paura è la nostra maggior nemica, ma sentimento atavico nello stesso tempo...
    bellissima poesia
  • Anonimo il 20/11/2009 08:44
    al calar della notte tutti gli spettri si mettono in fila... e si prendono gioco di me... vero...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0