username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie

Piccole mie
vi desidero
in acqua e sapone

scarne
ma
spontanee

Figlie
d'un istante
di luce

a volte
mi lascio prendere
la mano

cerco
di abbellirvi con un po' di trucco
artistico

nei vostri occhi
sento
il lamento del vento

tristezza

il riflesso del mio pesante intervento mentale

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Nico Iuliano il 18/02/2010 23:16
    Quanto è pesante l'inverno?
  • Anna G. Mormina il 20/11/2009 16:37
    ... sono come creature, a loro vogliamo bene... ... bellissima!!!!
  • Anonimo il 20/11/2009 11:42
    ..."porte" che apro a volte piano, a volte violentemente, quando voglio uscire, quando mi manca l'aria, quando voglio scappare o semplicemente incontrare...
  • Anonimo il 20/11/2009 11:09
    Come le chiamo... di getto direttamente dal cuore... attimi di luce spontanee!!! Stupenda...
  • Anonimo il 20/11/2009 10:54
    Attimi di luce, mai descrivibili come si vorrebbe. Piccoli nriflessi del nostro luminoso sentire. Figlie generate dalla mente, come la Minerva uscita dalla mente di Giove. bella.
  • Salvatore Ferranti il 20/11/2009 09:25
    nei vostri occhi
    sento
    il lamento del vento...
    le poesie... vita nostra

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0