accedi   |   crea nuovo account

Le affinità elettive

Guardami ora dritto negli occhi
Una carezza cerca di combattere la noia, la solitudine
Guardami cantare un verso questa sera
Così ipnotica da far lacrimare una nuvola


Eccomi qui nudo davanti a te
Spogliato da ogni vestito, da ogni gesto e da ogni maschera
Ora senza veli mi piego davanti e prego.
Prego un Dio disinibito, un Dio adornato

Sono affinità elettive le senti?
Sono fili conduttori
Sono numeri del telefono
Sono parole sonore di vento

Guardami adesso ed appoggia questa mano sul cuore
Batte a tempo e in verità poco lo sento.
Ma tu appoggia la mano e scalda questo vecchio
Scalda questo corpo malandato

Eccomi qui questa sera, la musica lascia il suo posto
Che entri il silenzio
Ed io zitto ascolto il vociare della notte
Ed alzo la mia vela verso isole e nuove rotte

Sono affinità elettive le senti?
Sono fili conduttori
Sono numeri del telefono
Sono parole sonore di vento

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 24/11/2009 08:51
    Tenerezza e dolcezza infinite.
  • Sarah K. il 23/11/2009 21:59
    Bella bella!!!
  • alice costa il 21/11/2009 14:42
    molto, molto bella... il silenzio sostituisce la musica.. e parto verso nuove rotte...
    bravo!!!!
  • Anonimo il 20/11/2009 17:09
    Mi metto nudo davanti a te... entra Dio disinibito e scalda quest'anima che ha freddo... bellissimi versi.. e dolci!!
  • Anonimo il 20/11/2009 15:54
    Bella e dolcissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0